Superiore

I dati sull'inflazione influenzeranno la Fed? Anteprima FOMC

Riserva federale

Nel pomeriggio del 16 giugno, il presidente della Fed Jerome Powell annuncerà le decisioni della riunione del Federal Open Market Committee di questa settimana. Quasi tutti i partecipanti al mercato si aspettano che la politica monetaria rimanga invariata, insieme all'attuale programma di acquisto di obbligazioni. Il mercato continuerà a vedere tassi di interesse pari a zero con 120 miliardi di acquisti di obbligazioni ogni mese per il momento.

Impatto della disoccupazione sull'economia

Le grandi domande che gli economisti stanno cercando di rispondere ruotano attorno a come la Federal Reserve intende porre fine all'attuale contesto di QE. Sembra probabile che la Fed continuerà a indicare la debolezza del mercato del lavoro, in particolare il lato dell'offerta, come uno dei motivi per mantenere l'attuale corso. La domanda di lavoro è stata forte, ma le aziende segnalano ancora difficoltà nell'assunzione di dipendenti. Alcuni motivi sono l'assistenza all'infanzia e gli alti sussidi di disoccupazione che sono due correlati alla pandemia. Con i bambini che non sono tornati completamente a scuola, i genitori potrebbero non essere stati in grado di cercare un lavoro nonostante il desiderio. Anche i sussidi di disoccupazione derivanti dalla pandemia sono stati accusati di essere troppo generosi, costringendo così i lavoratori a rimanere senza lavoro.

Sebbene questi siano probabilmente i motivi per cui alcune persone rimangono fuori dalla forza lavoro, i salari continueranno a essere il principale fattore trainante per i dipendenti. Mentre il dibattito sul salario minimo federale infuria a Washington, sempre più esempi di aziende che aumentano il salario minimo e vengono inondate di applicazioni tendono a diffondersi su Internet. Con il tasso di disoccupazione superiore al 6 % e ben al di sopra dei livelli pre-pandemia, una di queste forze del mercato cederà, o le aziende pagheranno di più per il lavoro per non perdere affari o le questioni sociali torneranno alle norme pre-pandemia e i lavoratori sarà costretto a tornare sul mercato. Tuttavia, la tempistica per questo sviluppo potrebbe non essere quella che il mercato si aspetta.

Impatto dell'inflazione sulla Fed

Gli operatori istituzionali non si aspettano che la Federal Reserve segnali alcuna azione di riduzione fino ad agosto o settembre di quest'anno. Prima viene fatto questo annuncio, maggiore è lo shock per i titoli che ci si aspetterebbe, titoli di crescita primaria poiché tassi di interesse più elevati portano a una compressione multipla a un tasso irregolare. I dati inflazionistici recenti potrebbero essere il fattore chiave per l'azione della Fed in questa fase. I dati CPI della scorsa settimana hanno mostrato un 5 % negli ultimi 12 mesi. I trader hanno reagito rapidamente a questa notizia poiché un cambiamento nell'IPC segnala forze inflazionistiche che a loro volta cambiano l'ambiente di investimento, il presidente della Fed Powell ha affermato prima di essere a proprio agio con l'inflazione che supera il 2 % per un discreto periodo di tempo. La dichiarazione è volutamente ampia poiché la Fed vorrà mantenere aperte le proprie opzioni se l'inflazione dovesse improvvisamente andare fuori controllo.

Uno dei motivi per cui la Fed potrebbe accettare i recenti dati sull'IPC è che gran parte dell'inflazione riportata proviene da alcune aree colpite da problemi della catena di approvvigionamento. Il mercato delle auto usate ha visto aumentare i prezzi del 21 % negli ultimi 12 mesi, mentre l'indice energetico ha registrato un aumento del 28 . 5 % negli ultimi 12 mesi. Queste due aree potrebbero trascinare più in alto i dati sull'inflazione annuale, l'indice energetico è rimasto relativamente piatto da aprile a maggio, mentre le auto usate hanno continuato a salire. Ciò indica che altre aree dell'economia stanno iniziando a vedere un aumento dei prezzi, che non è necessariamente una cosa negativa, purché non vadano fuori controllo. A seconda di come si sceglie di guardare a questo, c'è un argomento da sostenere che, poiché l'inflazione proviene da due aree principali, può diminuire man mano che i problemi della catena di approvvigionamento vengono mitigati.

In alternativa, si può sottolineare che con l'energia che rimane relativamente piatta, l'IPC nel suo complesso ha visto ancora un aumento dei prezzi, segnalando che altre aree stanno riprendendo vigore.

Questo è esattamente il dibattito che la Federal Reserve dovrà affrontare nei prossimi giorni per determinare la migliore linea d'azione. I mercati anticipano ancora 2023 prima che arrivino gli aumenti dei tassi, ma questa linea temporale si è spostata prima negli ultimi 2 - 3 incontri. Il linguaggio che Jerome Powell usa per delineare la strategia della Fed in relazione a queste pressioni inflazionistiche sarà interessante e sicuramente muoverà i mercati.

Per informazioni aggiornate sulle scadenze dei contratti, date di roll, annunci di notizie e altro, visita e aggiungi ai segnalibri il calendario del Trade Desk di NinjaTrader.